incontri

Liberare il
suolo

soluzioni basate sulla natura per la resilienza urbana

21apr 2022

—————

urban lab
piazza palazzo di città 8f
torino

ore 18
ingresso libero con green pass rafforzato e mascherina fino a esaurimento dei posti disponibili

prenota un posto

Si chiamano “Liberare il suolo” e sono le linee guida redatte dalla Regione Emilia-Romagna per fornire alle pubbliche amministrazioni un documento di indirizzo per l’attuazione di processi di rigenerazione urbana, con particolare attenzione ai temi della resilienza e dei cambiamenti climatici. Si rivolgono espressamente ai funzionari dei settori urbanistica e rigenerazione urbana, lavori pubblici e verde, e ai professionisti che operano nei settori della progettazione urbana, dell’architettura, del paesaggio e dell’ingegneria negli studi di progettazione e nelle imprese.

Ne parliamo con le autrici Elena Farnè e Luisa Ravanello, e con Alessandra Aires (architetto paesaggista, Città di Torino, AIAPP), giovedì 21 aprile alle ore 18 in Urban Lab. 

Il documento, sviluppato nell’ambito del progetto europeo Sos4Life, affronta i temi della resilienza a scala urbana, dal punto di vista progettuale e normativo, con un focus sulle soluzioni basate sulla natura che si possono mettere in campo nell’ambiente costruito per liberare il suolo e realizzare misure di adattamento attraverso le infrastrutture verdi e blu e l’uso della vegetazione in ambienti ostili.

Un ricco apparato di schede illustra soluzioni diverse attraverso immagini, disegni tecnici e testi, criteri e costi di intervento e manutenzione, insieme a casi studio rilevanti relativi a progetti e processi di adattamento in ambito nazionale e internazionale. 

Le sfide del cambiamento climatico e della rigenerazione urbana sono estremamente complesse e rispetto ad esse non c’è un’esperienza diffusa cui poter fare riferimento: occorre sperimentare modelli urbani e criteri di intervento nuovi, adeguati ad affrontare le fragilità della città di oggi. Le linee guida di “Liberare il suolo” provano a dare una prima risposta mettendo a sistema conoscenze, competenze ed esperienze sul campo.

Ingresso libero con green pass rafforzato e mascherina fino a esaurimento dei posti disponibili.
Prenota un postlo

a cura di

contenuti collegati

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email