incontri

Rail city lab

GLI ESITI

30ott 2019

—————

ingresso libero
Scuola Holden
Piazza Borgo Dora 49
Torino
ore 17.30

download

Cosa ci racconta della Torino del futuro la nuova fisionomia che si sta tratteggiando per le aree ferroviarie? È possibile lavorare sulla città alle diverse scale, provando a integrare innovazioni di processo ed elementi di strategia, articolando nuovi ibridi funzionali e nuovi usi, sviluppando meccanismi utili a rendere le trasformazioni urbane più efficaci, virtuose e radicate localmente?

Da Borgo San Paolo al Lingotto, passando per il completamento delle spine, le aree ferroviarie dismesse a Torino coprono una superficie di oltre 500mila metri quadrati la cui trasformazione sarà cruciale per rendere la nostra città più vivibile, sostenibile e connessa.
Un’opportunità straordinaria di sviluppo, messa al centro del dibattito pubblico grazie al workshop “Rail City Lab” dello scorso maggio, nel quale investitori, professionisti, accademici, amministratori, rappresentanti di istituzioni, organizzazioni e comunità locali si sono confrontati sul futuro di queste aree mettendo a fattor comune conoscenze, idee e competenze.
L’incontro del 30 ottobre, promosso da Urban Lab e Città di Torino, è l’occasione per proseguire il confronto sul futuro di queste aree a partire dai risultati del workshop, in un dialogo aperto che coinvolge la Città di Torino, Ferrovie Sistemi Urbani, attori economici e sociali, esperti e tecnici.

il dibattito

Introduce
Valentina Campana

Illustrazione degli esiti dei tavoli di lavoro

Andrea Mariotto | l’intervento

tavola rotonda con gli operatori locali

Antonino Iaria

Città di Torino

Norberta Valentino

FS Sistemi Urbani

Ezio Micelli

IUAV Venezia | l’intervento

Isabella Inti

Politecnico di Milano | l’intervento

Elisa Rosso

Torino Social Impact | l’intervento

modera

Chiara Lucchini

chiude

Elena Dellapiana

a cura di

in collaborazione con

contenuti collegati

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email